|
Tu sei qui:

Arma dei Carabinieri - 300 allievi marescialli del ruolo ispettori - 2015/18

In attesa della pubblicazione della banca dati ufficiale è possibile cominciare a esercitarsi con le simulazioni del precedente concorso:
Arma dei Carabinieri - 247 allievi marescialli del ruolo ispettori - 2014

Pubblicato sulla GURI Serie Speciale - Concorsi ed Esami n.5 del 21-10-2014 il concorso bandito dal Ministero della Difesa per l' ammissione al 5° corso triennale (2015-2018) di 300 allievi marescialli del ruolo ispettori dell'Arma dei Carabinieri.

Dei 300 posti messi a concorso:

  1. 12 sono riservati ai candidati in possesso, all'atto della scadenza del termine di presentazione delle domande, dell'attestato di bilinguismo riferito a livello non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado di cui all'articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752 e successive modificazioni;
  2. 60 sono riservati:
    • al coniuge ed ai figli superstiti, ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado se unici superstiti, del personale delle Forze Armate, compresa l'Arma dei Carabinieri, e delle Forze di Polizia deceduto in servizio e per causa di servizio;
    • ai diplomati delle Scuole militari dell'Esercito, della Marina e dell'Aeronautica;
    • agli assistiti dall'Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di carriera dell'Esercito italiano, dall'Istituto Andrea Doria per l'assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina Militare, dall'Opera nazionale per i figli degli aviatori e dall'Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell'Arma dei Carabinieri, in possesso dei prescritti requisiti;
  3. 3 sono riservati ai candidati orfani o coniugi di deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio ovvero di grandi invalidi di cui all'articolo 18 della legge 12 marzo 1999, n. 68.

Prova preliminare

La prova, della durata di 60 minuti, consisterà nella somministrazione di quesiti a risposta multipla predeterminata in numero non superiore a 100, su argomenti di cultura generale, di logica deduttiva, sull’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e su elementi di lingua italiana, volti ad accertarne il grado di conoscenza, anche sul piano ortogrammaticale e sintattico, sulla conoscenza di argomenti di attualità, di educazione civica, di storia, di geografia, sulla capacità di ragionamento dei candidati e sulla conoscenza di una lingua straniera tra la francese, l’inglese, la spagnola e la tedesca.
La commissione, prima dell’inizio della prova (di ogni turno di prova, se la stessa avrà luogo in più turni), distribuirà ai candidati il materiale necessario (questionario, modulo risposta test, etc.) e fornirà ai medesimi tutte le informazioni necessarie all’espletamento della prova stessa, in particolare le modalità di corretta compilazione del modulo e le norme comportamentali da osservare pena l’esclusione dal concorso.
Al termine della prova, se sarà svolta in turno unico, ovvero al termine di ogni turno di prova, la commissione adotterà le misure necessarie alla custodia dei moduli risposta test consegnati dai candidati e con l’ausilio di strumenti informatici, forniti dal Centro nazionale di selezione e reclutamento dell’Arma dei carabinieri, provvederà alla correzione degli elaborati.
Nei trenta giorni antecedenti lo svolgimento della prova preliminare sui sito web ww.carabinieri.it sarà resa disponibile la banca dati dalla quale saranno tratti i predetti quesiti, fatta eccezione per quelli di lingua straniera.

 

Torna su