|
Tu sei qui:

RIPAM - Concorso per il reclutamento di 11 Maestre - 2015 (DSI/NAE prova preselettiva)

Pubblicato sul sito del RIPAM il bando di concorso per il reclutamento di n. 11 (undici) “Maestre” Categoria C posizione economica C1 - Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, Comparto Regioni Autonomie Locali (codice DSI/NAE) .

I titoli di studio necessari per partecipare al concorso, sono:

Codice DSI/NAE - Maestra

A: Diploma di Laurea in Scienze della Formazione Primaria - Indirizzo Scuola dell’Infanzia

Oppure

B: Abilitazione all’Insegnamento nelle scuole del grado preparatorio rilasciata da scuole magistrali legalmente riconosciute o paritarie (purché conseguita entro l’anno scolastico 2001/2002) unitamente all’Abilitazione all’Insegnamento nella scuola dell’infanzia statale a seguito di concorso statale o di corso abilitante;

Oppure

C: Diploma di maturità professionale di tecnico dei servizi sociali già diploma di Assistente di Comunità Infantile rilasciato da Istituti scolastici riconosciuti o paritari (purché conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002) a conclusione di corso sperimentale progetto “Egeria” comprensivo del titolo di Abilitazione all’insegnamento nelle scuole del grado preparatorio di cui al punto B, unitamente all’Abilitazione all’insegnamento nella scuola dell’infanzia statale a seguito di concorso statale o di corso abilitante;

Oppure

D: Diploma quadriennale di Istituto Magistrale purché conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002;

Oppure

E: Diploma quadriennale di Istituto Magistrale conseguito dopo l’anno scolastico 2001/2002 o Diploma quinquennale di Liceo Socio-psico-pedagogico, unitamente all’Abilitazione all’insegnamento nella scuola dell’infanzia statale a seguito di concorso Statale o di corsoabilitante.

Art.2 Procedura concorsuale

L'intera procedura concorsuale è di competenza della Commissione Interministeriale per l'attuazione del progetto Ripam - istituita con decreto interministeriale del 25 luglio 1994, e successive modificazioni e integrazioni - fatte salve le competenze delle Commissioni esaminatrici di cui al successivo art. 5.

I concorsi saranno espletati in base alle procedure di seguito indicate che si articolano attraverso le seguenti 4 (quattro) fasi, che prevedono complessivamente 5 (cinque) prove:

  1. una fase preselettiva di cui al successivo art.6, consistente in una prova a test che la Commissione si riserva di prevedere nel caso in cui il numero di domande pervenute sia superiore a 7 (sette) volte i posti, per ciascun profilo, rispetto a quelli messi a concorso;
  2. una fase selettiva scritta, di cui al successivo art.7, riservata ai candidati che avranno superato le prove preselettive di cui al precedente punto 1., consistente in tre prove:
    1. una prova per la verifica delle conoscenze relative alle seguenti materie e/o ambiti disciplinari: elementi di diritto amministrativo e costituzionale, nozioni sulla riforma della pubblica amministrazione, disciplina del lavoro pubblico. La prova sarà finalizzata, inoltre, alla verifica delle conoscenze direttamente riferite all'ambito professionale per il quale si concorre;
    2. una prova per la verifica delle conoscenze relative alle tecnologie informatiche e della comunicazione e al Codice dell'Amministrazione Digitale;
    3. una prova per la verifica della conoscenza di una delle seguenti lingue dell'Unione Europea: inglese, francese, tedesco e spagnolo;
  3. una fase selettiva orale riservata a tutti coloro che avranno superato le tre prove scritte, di cui al suddetto punto 2., consistente in una prova orale sulle materie di cui al successivo art.8, con apposite Commissioni d'esame che redigeranno una graduatoria sommando i punteggi conseguiti nelle 3 prove scritte e nella prova orale, nonché i punteggi attribuiti ai titoli di cui al successivo art.9;
  4. una fase di valutazione dei titoli, per un valore complessivo massimo di 20 punti, da effettuare prima della prova orale sulla base delle autovalutazioni inoltrate dai candidati on-line, con facoltà delle Commissioni di richiedere integrazioni e/o chiarimenti ai candidati idonei.

I primi classificati nell'ambito della graduatoria finale di merito di ciascun concorso, in numero pari ai posti disponibili, saranno nominati vincitori e assegnati al Comune di Napoli, che procederà alla loro assunzione nei limiti di cui al successivo art. 13.

Art. 6 Prova preselettiva

  1. Per ciascun concorso è prevista, secondo le condizioni di cui al suddetto art.2, una prova di preselezione alla quale sono ammessi tutti coloro che abbiano presentato, per ciascun concorso, domanda di ammissione nei termini previsti e non abbiano ricevuto comunicazione di esclusione. I candidati devono presentarsi, con un valido documento di riconoscimento e la ricevuta rilasciata dal sistema informatico al momento della compilazione on-line della domanda.
  2. Contenuti della prova preselettiva
    I candidati saranno chiamati a rispondere, in un tempo predeterminato ad una serie di quesiti a risposta multipla di carattere logico-matematico e critico-verbale.
    Sarà ammesso alla prova successiva un numero di candidati pari, per ciascun concorso, a 7 (sette) volte il numero dei posti, così come indicati ali'art. 1. Tale numero potrà essere superiore in caso di candidati collocatisi ex-aequo all'ultimo posto utile in ordine di graduatoria.
  3. Svolgimento e somministrazione della prova
    La prova preselettiva riferita a ciascun singolo concorso si potrà svolgere, in ragione del numero di partecipanti e della loro provenienza, in diverse sedi del territorio nazionale, ferma restando sede prioritaria la città di Napoli. Sul sito internet http://ripam.formez.it. almeno 20 giorni prima del loro svolgimento, sarà pubblicato il diario con l'indicazione della sede, del giorno e dell'ora in cui si svolgeranno le suddette prove, nonché con l'indicazione delle modalità di pubblicazione degli elenchi dei candidati ammessi alla successiva fase selettiva scritta e le informazioni relative a modalità e tempi del suo svolgimento.
    L'avviso relativo all'avvenuta pubblicazione del diario delle prove sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4a Serie speciale "Concorsi ed esami" - il primo giorno utile successivo alla pubblicazione dello stesso sul sito http://ripam.fonnez.it.
    I quesiti della prova preselettiva, selezionati dalla banca dati dei test Ripam, saranno resi disponibili on-line sul sito http : //ripam .formcz.it, almeno 20 giorni prima dello svolgimento della prova.
    I candidati regolarmente iscritti on-line, che non abbiano avuto comunicazione dell'esclusione dal concorso, sono tenuti a presentarsi per sostenere la prova nella sede, nel giorno e nell'ora indicati nel diario pubblicato sul suddetto sito internet e segnalato mediante l'avviso che sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Tale pubblicazione avrà valore di notifica.
    L'assenza dalle prove, ancorché dovuta a cause di forza maggiore, comporta l'esclusione dal concorso, quale ne sia la causa.
  4. Correzione, abbinamento e superamento delle prove
    Gli elaborati relativi alla prova, consegnati dai candidati in forma anonima, saranno custoditi in busta sigillata. La correzione degli stessi, ed il successivo abbinamento con i nomi dei andidati, avverranno pubblicamente, attraverso una procedura automatizzata di carattere rigorosamente anonimo.
    Sarà formulata, per ciascun concorso, apposita graduatoria sulla base del numero di risposte fornite.
 

Torna su