|
Tu sei qui:

RIPAM - 84 Funzionari Amministrativo-Contabili 2015 (AG8/FSE preselezioni)

Pubblicato sulla GURI 4a Serie Speciale Concorsi ed esami - n. 20 del 13/03/2015 il bando di concorso per l'assunzione di 120 esperti di politiche di coesione che potranno essere inseriti nell'ambito di diverse Amministrazioni Centrali.
Delle 120 unità 84 sono riservate a Funzionari Amministrativo-Contabili (codice AG8/FSE) come di seguito ripartiti per le specifiche amministrazioni:

  • 18 unità per la Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  • 27 unità per il Ministero dell'Economia e delle Finanze (Ragioneria Generale dello Stato);
  • 15 unità per l'Agenzia per la Coesione Territoriale;
  • 4 unità per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
  • 3 unità per il Ministero dello Sviluppo Economico;
  • 5 unità per il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca;
  • 4 unità per il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti;
  • 5 unità per il Ministero dell'Interno;
  • 3 unità per il Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo.

Il concorso è articolato in 4 fasi che prevedono complessivamente 6 prove:

  1. una fase preselettiva consistente in due prove a test, una per la verifica delle attitudini all’apprendimento, l’altra per la verifica delle conoscenze di base possedute dai candidati
  2. una fase selettiva scritta, riservata ai candidati che avranno superato le prove preselettive consistente in 3 prove:
    • prova per la verifica delle conoscenze rilevanti ai fini delle politiche di coesione, nonché delle conoscenze direttamente riferite al profilo professionale per il quale si concorre
    • prova per la verifica delle conoscenze relative alle tecnologie informatiche e della comunicazione;
    • prova per la verifica della conoscenza della lingua inglese
  3. una fase selettiva orale
  4. fase per la valutazione dei titoli.

Art. 6 Prove preselettive

Per ciascun concorso sono previste due distinte prove di preselezione, e precisamente:

  • preselezione attitudinale;
  • preselezione professionale.

I candidati devono presentarsi puntualmente all’ora stabilita, con un valido documento di riconoscimento e la ricevuta rilasciata dal sistema informatico al momento della compilazione online della domanda e/o tessera sanitaria.

Contenuti delle prove preselettive

Prima prova preselettiva

Alla prima prova preselettiva sono ammessi, per ciascun concorso, tutti coloro che hanno presentato domanda di ammissione nei termini previsti e non abbiano ricevuto comunicazione di esclusione.
I candidati saranno chiamati a rispondere, in un tempo predeterminato ad una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica delle capacità di apprendimento di carattere logico-matematico e critico-verbale.

Seconda prova preselettiva

Alla seconda prova preselettiva sono ammessi un numero di candidati pari, per ciascun concorso, a 10 (dieci) volte il numero dei posti sulla base dell’esito della prima prova preselettiva. Tale numero potrà essere superiore in caso di candidati collocatisi ex-aequo all’ultimo posto utile in ordine di graduatoria.
I candidati saranno chiamati a rispondere, in un tempo predeterminato, ad una serie di quesiti a risposta multipla tesi ad accertare il livello di conoscenza nell’ambito delle seguenti materie comuni ai tre profili:

  • norme costitutive e organizzazione dell’Unione Europea;
  • i Fondi Strutturali Europei;
  • nozioni di contabilità dello Stato e degli Enti pubblici;
  • nozioni di diritto costituzionale;
  • nozioni di diritto amministrativo con particolare riferimento alla disciplina del lavoro pubblico e alle responsabilità dei dipendenti pubblici.

Alla prova selettiva scritta sono ammessi un numero di candidati pari, per ciascun concorso, a 5 (cinque) volte il numero dei posti sulla base dell’esito della seconda prova preselettiva Tale numero potrà essere superiore in caso di candidati collocatisi ex-aequo all’ultimo posto utile in ordine di graduatoria.

Svolgimento e somministrazione delle prove

Le prove preselettive di ciascun concorso si svolgeranno contestualmente a Roma.
Sul sito internet http://ripam.formez.it, a partire dal 27 aprile 2015 e comunque almeno 20 giorni prima del loro svolgimento, sarà pubblicato il diario con l’indicazione della sede, del giorno e dell'ora in cui si svolgeranno le suddette prove, nonché con indicazione delle modalità di pubblicazione degli elenchi dei candidati ammessi alla successiva fase selettiva scritta e le informazioni relative a modalità e tempi del suo svolgimento.
L’avviso relativo all’avvenuta pubblicazione del diario delle prove sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4a Serie speciale "Concorsi ed esami" – il primo giorno utile successivo alla pubblicazione dello stesso sul sito http://ripam.formez.it.
I quesiti della prova preselettiva attitudinale ed i quesiti della prova preselettiva professionale, selezionati dalla banca dati dei test Ripam, saranno resi disponibili on-line sul sito http://ripam.formez.it, almeno 20 (venti) giorni prima dello svolgimento delle prove. I candidati regolarmente iscritti on-line che non abbiano avuto comunicazione dell'esclusione dal concorso sono tenuti a presentarsi per sostenere le prove nella sede, nel giorno e nell'ora indicati nel diario delle prove pubblicato sul suddetto sito internet e segnalato mediante l’avviso che sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.
Tale pubblicazione avrà valore di notifica.
I candidati saranno chiamati a rispondere, in un tempo predeterminato, unico e complessivo per entrambe le prove, ad una serie di quesiti a risposta multipla sia per la prima prova che per la seconda prova preselettiva.
L'assenza dalle prove, ancorché dovuta a cause di forza maggiore, comporta l'esclusione dal concorso, quale ne sia la causa.

Correzione, abbinamento e superamento delle prove

Gli elaborati relativi alle due prove, consegnati dai candidati in forma anonima, saranno custoditi in busta sigillata. La correzione degli stessi, ed il successivo abbinamento con i nomi dei candidati, avverranno pubblicamente, attraverso una procedura automatizzata di carattere rigorosamente anonimo.
Sarà formulata, per ciascun concorso, apposita graduatoria sulla base del numero di risposte esatte.

 

Torna su