|
Tu sei qui:

APF - esame per promotori Finanziari 2015

Sono in via di esaurimento i posti disponibili per le due giornate aggiuntive della III sessione di esami per la sede di Milano 1 e 2 dicembre 2015.
Si ricorda che il termine per la domanda di partecipazione è il 5 novembre 2015 e che possono iscriversi solo ed esclusivamente coloro che non abbiano già presentato domanda per la stessa sessione, anche in sedi diverse.
Per presentare la propria candidatura è necessario seguire la procedura guidata sul portale dell’APF nell’area riservata agli aspiranti promotori.

L'Organismo per la tenuta dell'APF con la delibera n. 632 ha  indetto per l'anno 2015 le sessioni I e II e III della prova valutativa per l'iscrizione all'albo unico dei promotori finanziari che si svolgeranno:

  • I sessione: dal 25 marzo 2015 al 8 maggio 2015;
  • II sessione: dal 24 giugno 2015 al 10 luglio 2015;
  • III sessione: dal 28 ottobre 2015 al 27 novembre 2015.

Le caratteristiche della prova valutativa

La prova sarà composta da un esame teorico-pratico in forma di test con 60 quesiti a risposta multipla (una corretta e tre distrattori). La componente pratica è assicurata da uno specifico numero di quesiti che, attraverso la risoluzione di casi esemplificativi, mettono alla prova le capacità del candidato di applicare le conoscenze di cui è in possesso.

Di seguito si riporta l'elenco delle materie oggetto della prova e il numero di domande che verrà inserirto nel test per caiscuna di esse:

  1. Diritto del mercato finanziario e degli intermediari e disciplina dell'attività di promotore finanziario  - 24
  2. Nozioni di matematica finanziaria e di economia del mercato finanziario; pianificazione finanziaria e finanza comportamentale - 19
  3. Nozioni di diritto privato e di diritto commerciale - 5
  4. Nozioni di diritto tributario riguardanti il mercato finanziario - 6
  5. Nozioni di diritto previdenziale e assicurativo - 6


La durata della prova è di 85 minuti.

Le prove si svolgono in presenza della Commissione esaminatrice di competenza, dotati di apposita workstation, che provvedono all’avvio della prova, ad eventuali sospensioni e riavvii, alla chiusura della prova ed al rilascio delle dichiarazioni di superamento della stessa.

La prova ha carattere di selettività, giacchè il punteggio minimo per superare la prova, il cui esito sarà comunicato al termine della sessione d’esame, sarà di 80 su una votazione massima di 100. Ciascuna prova si compone di 28 domande teoriche da due punti, di 12 domande pratiche da due punti e di 20 domande teoriche da un punto.
L’accesso alla prova avviene mediante l’utilizzo di appositi PIN rilasciati in esclusiva ai candidati in sede di esame.
I test saranno somministrati ai candidati tramite estrazione casuale (randomatica) da un database di 5.000 quesiti e ogni prova avrà lo stesso livello di difficoltà per ciascun aspirante promotore.
Per ogni quesito sono previste 4 possibili risposte (3 distrattori e 1 risposta corretta) ed anche la loro disposizione avviene in modo randomatico per ciascuna domanda e per ogni prova, rendendo inutile l’utilizzo di tecniche mnemoniche.

Per quanto riguarda i quesiti orientati alla soluzione di casi pratici, costituiscono il 20% del database di domande (1.000 su 5.000) e sono presenti in ogni prova in numero di 12 (cioè il 20% dei 60 quesiti). Per le materie con minori domande comparirà comunque almeno 1 quesito pratico.

L’aggiornamento del database dei 5.000 quesiti avverrà con la sostituzione di almeno 500 quesiti ogni anno, e comunque in corrispondenza delle modifiche di leggi e regolamenti. In ogni caso le fonti normative cui far riferimento per la preparazione alla prova valutativa sono quelle in vigore due mesi prima l’inizio di ogni sessione.

Ciascun candidato che ha sostenuto l’esame può infine prenderne visione sul portale dell’APF, nella sezione riservata agli aspiranti promotori finanziari, digitando il proprio PIN assegnato in occasione dello svolgimento della prova stessa.

 

Torna su