|
Tu sei qui:

Ministero della Giustizia: 250 Funzionari di servizio sociale 2018

Il Ministero della Giustizia ha indetto un concorso per n. 250 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Funzionario della professionalità di servizio sociale, III Area funzionale, fascia retributiva F1, nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità.

Il concorso prevede 2 prove scritte e una prova orale.

Le prove scritte verteranno su:

  • Diritto penitenziario con particolare riferimento alle misure alternative e sostitutive alla detenzione e alle sanzioni di comunità, per adulti e minori, anche nella prospettiva sovranazionale;
  • Modelli, tecniche e strumenti di metodologia del servizio sociale.

La prova orale verterà sulle materie oggetto delle prove scritte ed inoltre su:

  • Elementi di diritto penale, di procedura penale e di diritto di famiglia e dei minori;
  • Etica e deontologia professionale dell’Assistente Sociale;
  • Elementi di criminologia e sociologia della devianza;
  • Elementi di diritto amministrativo.
  • L’accertamento della conoscenza di una lingua straniera scelta dal candidato tra Inglese, Francese, Tedesco o Spagnolo.
  • L’accertamento della conoscenza dell’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche.

Di seguito si riporta un estratto dell'articolo 11 del bando inerente allo svolgimento dell'eventuale prova preselettiva:

Art. 11 (prove preselettive)

  1. L’Amministrazione si riserva la facoltà di far precedere le prove scritte da una prova preselettiva, qualora le domande di partecipazione siano superiori a mille (1.000).
  2. La prova preselettiva, ove svolta, consisterà in una serie di domande a risposta multipla vertenti su argomenti di cultura generale e sulle materie di cui ai commi 3 e 5 del precedente articolo 10.
  3. Ai fini della predisposizione delle domande a risposta multipla l’Amministrazione si potrà avvalere della consulenza di enti pubblici o di privati specializzati nel settore. La predisposizione dei quesiti può essere affidata a qualificati istituti pubblici e privati. La Commissione esaminatrice provvederà alla validazione dei quesiti.
  4. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre ai fini della determinazione della votazione complessiva finale.[...]
 

Torna su