|
Tu sei qui:

RIPAM - MAECI: 44 funzionari area promozione culturale 2018 (prova preseletiva)

Pubblicato sulla ACODE:GURI n. 56 del 17-07-2018 un bando di concorso, per titoli ed esami,  per  il reclutamento di 44 (quarantaquattro) unita' di personale non  dirigenziale da inquadrare nel profilo di funzionario per l'area della  promozione culturale,  terza  area  funzionale,  fascia  retributiva F1, del Ministero degli affari esteri  e  della  Cooperazione  internazionale (Codice concorso: Maeci/APC).

Art. 6 Preselezione

  1. Qualora il numero delle domande di partecipazione lo renda opportuno, le prove di esame sono precedute da un test di preselezione. La prova preselettiva è intesa a verificare la preparazione di base sulle materie del concorso e le attitudini del candidato alle funzioni proprie del profilo professionale di funzionario amministrativo, contabile e consolare, nonché ad accertare la capacità di logicità del ragionamento. La prova, della durata di 50 (cinquanta) minuti, si articola in 70 (settanta) domande a risposta multipla, di cui una sola giusta, e a correzione informatizzata per l’accertamento della capacità di logicità del ragionamento, nonché della preparazione sulle seguenti materie:
    • patrimonio culturale italiano, in particolare dell’Ottocento e del Novecento, nei campi letterario, storico, artistico, musicale e dello spettacolo;
    • lingua inglese;
    • elementi di diritto amministrativo;
    • elementi di contabilità dello Stato;
    • elementi di economia e gestione delle imprese culturali.
  2. I quesiti della prova preselettiva, selezionati dalla banca dati dei test Ripam secondo i criteri forniti dalla commissione esaminatrice, saranno resi disponibili on-line sul sito http://ripam.formez.it, almeno venti giorni prima dello svolgimento delle prove. Per l’espletamento della preselezione la Commissione Interministeriale RIPAM, per il tramite di Formez PA, potrà avvalersi anche di enti o società specializzate in selezione del personale.
  3. Per la valutazione delle domande a risposta multipla si adotteranno i seguenti punteggi:
    • 1 punto per ogni risposta esatta;
    • -0,33 punti per ogni risposta errata;
    • 0 punti per ogni risposta omessa o per la quale siano state marcate due o più opzioni.
  4. Sono ammessi alle prove d’esame scritte i primi trecento (300) candidati classificatisi nel test di preselezione, purché soddisfino i requisiti di ammissione previsti dal precedente articolo 2. I candidati eventualmente classificatisi al trecentesimo posto con pari punteggio sono tutti ammessi alle prove scritte.
  5. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito
 

Torna su